novembre 2015

All posts from novembre 2015

Vides Veneto cerca volontari.

by Qui Padova on 20 novembre 2015

Le realtà cooperative e associative ospitate in Qui Padova si occupano di numerosi servizi come l’inserimento lavorativo, l’assistenza familiare, iniziative di contrasto del disagio abitativo e l’accoglienza di persone svantaggiate e tra queste alcuni richiedenti asilo.

Gli enti che si occupano dei richiedenti asilo, oltre a occuparsi della qualità degli alloggi, dei servizi sanitari e legali da fornire s’interessa anche di includere gli ospiti in attività che ne favoriscano la socializzazione e l’acquisizione di esperienza lavorativa e/o professionalizzanti.

Per favorire la socializzazione in funzione di una prossima integrazione è importante passare attraverso l’apprendimento della lingua italiana. Sia attraverso veri e propri corsi di formazione ma anche attraverso momenti di confronto, scambio e attività varie. Proprio per questo si è alla costante ricerca di volontari disposti a dedicare parte del loro tempo ad attività di socializzazione con richiedenti asilo madrelingua inglesi e francesi.

L’associazione Vides Veneto sta cercando dei volontari per l’insegnamento della lingua italiana per i corsi di giovedì (20:00-21:30) e sabato (14:30-16:30).

Per maggiori informazioni rivolgersi a: Vides Veneto (tel. +39 0498730711 – 753 cel. +39 3496609206).

leggi altro...
Qui PadovaVides Veneto cerca volontari.

Incontro sull’Housing First

by Francesco Griffante on 12 novembre 2015

Ieri si è tenuto l’incontro sull’Housing First ecco alcune immagini, presente all’appuntamento Niccolò Gobbato responsabile dei servizi abitativi della cooperativa Nuovo Villaggio:

IMG-20151111-WA0000 IMG-20151111-WA0001 IMG-20151111-WA0002 IMG-20151111-WA0003

leggi altro...
Francesco GriffanteIncontro sull’Housing First

Housing first

by Nuovo Villaggio on 11 novembre 2015

Vogliamo ricordare a quanti interessati l’incontro “Housing First: nuove prospettive per l’accoglienza di persone senza dimora” che si terrà a partire dalle 16:00 di oggi pomeriggio presso la Sala Comunale Paladin del comune di Padova.

Tra i relatori sarà presente anche il professore portoghese Josè Ornelas responsabile dell’iniziativa Casas Primeiro di Lisbona che già dal 2006 abbraccia il modello Housing first.

Ecco il programma della conferenza:

ore 16.00: Saluti

ore 16.15: Josè Ornelas, “Casa Primeiro”: “L’esperienza di Lisbona: metodologia e risultati”

ore 17.15: Fio.Psd: “Il Network Housing First: quali prospettive”

ore 17.30: Cap 35100 “Un progetto per il territorio padovano”

ore 17.45: Discussione finale

ore 18.00: Chiusura

leggi altro...
Nuovo VillaggioHousing first

Il Progetto carceri

by Nuovo Villaggio on 4 novembre 2015

Il “Progetto carcere” è stato presentato da Nuovo Villaggio sul bando dalla Regione Veneto per iniziative che favoriscano il recupero di persone soggette a provvedimenti dell’autorità giudiziaria. I beneficiari di questi progetti sono quei detenuti che possono accedere a misure alternative alla detenzione.

Più in dettaglio il progetto di Nuovo Villaggio mira a fornire ai partecipanti una serie di strumenti e conoscenze che consentano loro di districarsi in modo autonomo e più efficace nell’intricato mondo del lavoro. Grazie a una serie di colloqui individuali e di gruppo gli operatori identificano le capacità e le aspettative dei partecipanti e sviluppano un percorso individuale, calibrato sulle esigenze del beneficiario, che dovrebbe avere come risultato atteso l’ottenimento dell’autonomia della ricerca di un impiego.

Dato l’elevato numero di possibili beneficiari individuati dall’Ufficio Esecuzione Penale Esterna di Padova, i responsabili del progetto hanno deciso di fornire un aiuto nella compilazione del curriculum vitae a tutti i richiedenti e selezionare tra questi i dieci beneficiari del programma completo.

Il “Progetto carcere” prevede tra i risultati due inserimenti lavorativi, che sono già stati realizzati. Inoltre la cooperativa ha richiesto al Fondo straordinario di solidarietà di Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e Caritas l’attivazione di due borse lavoro che verranno attivate in base ai progetti di recupero presentati da Nuovo Villaggio. Attraverso la borsa lavoro il beneficiario può sperimentare la realtà lavorativa, veder retribuito il proprio lavoro e dimostrare le sue capacità per facilitare l’effettivo inserimento lavorativo.

leggi altro...
Nuovo VillaggioIl Progetto carceri

Casa a Colori come buona pratica di Social Housing

by Città Solare on 3 novembre 2015

L’Università di Bari, per studiare il problema della ghettizzazione degli immigrati e le sue possibili soluzioni, ha avviato il progetto, finanziato con fondi europei, “Migrovillage: dal ghetto all’integrazione” dove la ricerca “Il disagio abitativo dei migranti in Italia. Best practices per una società migliore” ha citato l’esperienza di Casa a Colori tra gli esempi di buona pratica di Social Housing.

La ricerca condotta da Marcello De Maria e Raffaele Lagravinese, dopo una premessa sulla natura del disagio abitativo in Italia e delle politiche per contrastarlo, elenca una serie di esempi che costituiscono dei validi approcci al problema citando tra essi anche le Case a Colori di Padova e della provincia di Venezia.

Casa a Colori è un progetto di social housing temporaneo: si propone come soluzione abitativa di emergenza per le persone che si trovano senza un alloggio temporaneamente e a rischio di esclusione sociale e allo stesso tempo accoglie per breve/medio periodo chiunque abbia necessità di alloggio a prezzi low cost.

Il valore aggiunto del modello di accoglienza Casa a Colori è proprio nella compresenza e nell’interazione tra persone con vissuti ed esperienze diverse.

Questo riconoscimento premia la professionalità e l’impegno degli operatori coinvolti in tale servizio che permette di alleviare in parte le difficoltà delle persone in stato di bisogno.

Riportiamo di seguito il testo della ricerca:

Scheda_3-Disagio_abitativo

leggi altro...
Città SolareCasa a Colori come buona pratica di Social Housing